Portale della Fondazione Opera San Camillo - "Non cerchiamo Gesù in cielo, ma qui sulla terra, dove gli uomini stentano a vivere" - "Non cerchiamo Gesù in cielo, ma qui sulla terra, dove gli uomini stentano a vivere" - Milano

"Non cerchiamo Gesù in cielo, ma qui sulla terra, dove gli uomini stentano a vivere"

2019-12-19

In prossimità del Natale, padre Giuseppe Rigamonti, direttore della Casa di Cura San Camillo di Milano, ha voluto inviare un messaggio di fede e di augurio a tutti gli operatori sanitari, ai pazienti, ai malati e ai loro familiari.

Vi annuncio una grande gioia: oggi vi è nato un Salvatore”. Ecco la lieta notizia, quella che è venuta a cambiare la storia dell’umanità riempiendola di luce e di senso e aprendola verso il futuro. Il Natale è la festa più umana della nostra fede perché ci fa percepire nella maniera più profonda l’umanità di Dio. Il Dio Trinità nell’incarnazione del Figlio Gesù non soltanto si è fatto compagnia degli uomini, ma si è fatto esistenzialmente solidale, condividendo in tutto la nostra esperienza di creature. Non possiamo cercare il Dio di Gesù lontano da dove lui è apparso: non è il cielo il luogo della sua presenza, ma la terra, dove gli uomini vivono e stentano a vivere. Il Dio fatto Uomo abita fra noi; ogni uomo, specialmente coloro che sono i più bisognosi, i meno fortunati, i più maltrattati e dimenticati, i malati, riflette meglio il suo volto, e meglio si assomiglia a lui perché e stato lui a identificarsi con loro.

Siamo attenti, dunque, a non banalizzare e a non sviare con parole convenzionali, con immagini e comportamenti paganeggianti dove prevalgono consumismo e sentimentalismo, l’evento sempre nuovo del Natale di Gesù, il quale getta luce e illumina e riscalda la vita di ciascuno di noi.

Se Dio si fa vicino a noi, anche noi nei contesti dove siamo posti dobbiamo essere prossimi vicini, in particolare in una casa di cura ai malati, seguendo le orme che, con la sua nascita, Gesù ha percorso fra noi.

 

Scopriamolo attraverso alcune espressioni di papa Francesco.

Cercate sempre di essere sguardo che accoglie, mano che solleva e accompagna, parola di conforto, abbraccio di tenerezza. Non scoraggiatevi per le difficoltà e la stanchezza, ma continuate a donare tempo, sorriso e amore ai fratelli e alle sorelle che ne hanno bisogno. Ogni persona malata e fragile possa vedere nel nostro volto il volto di Gesù; e anche voi possiate riconoscere nella persona sofferente la carne di Cristo (discorso, 9 novembre 2013)

Quanto vorrei che fossimo capaci di stare ai malati alla maniera di Gesù, con il silenzio, con una carezza, con la preghiera (tweet, 29 luglio 2016)

Dare la testimonianza della misericordia nel mondo di oggi è un compito a cui nessuno può sottrarsi (tweet, 8 settembre 2016)

 

padre Giuseppe Rigamonti

Prenota telefonicamente

Per l'accettazione ambulatoriale

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 1

oppure telefonando ai numeri 0267502550 o 0267502551 nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18
  • sabato, dalle 8 alle 12

Per il servizio di Diagnostica per Immagini (RX, RMN, TC, Ecografie, Mammografie, MOC)

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 2 

oppure telefonando al numero 0267502575 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17

Per Odontoiatria

telefonando al numero 0267502445 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • lunedì e giovedì dalle 9 alle 19

  • martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 18

Prenota di persona

Presso gli sportelli del Poliambulatorio:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.30
  • sabato, dalle 8 alle 12

Prenota online

Puoi prenotare le Prestazioni ambulatoriali online collegandoti qui
 

Successivamente all'invio della richiesta verrà richiamato da un operatore del CUP per scegliere il giorno e l'orario preferiti.

Dal sito web si possono anche ricevere informazioni di carattere generale.

Indicazioni utili per il ricovero

Se stai per affrontare un ricovero in Casa di Cura qui puoi trovare tutte le informazioni che ti occorrono...

L'attività di ricovero

Gli ospiti della Casa di Cura San Camillo hanno a disposizione 96 posti letto per ricoveri ordinari...

Gli enti convenzionati

La Casa di Cura è convenzionata con assicurazioni, fondi integrativi, fondi sanitari, aziende e casse mutue...

Sale operatorie

La Casa di Cura San Camillo dispone di quattro sale operatorie che garantiscono il rispetto...

Osserva il dottor Tommaso Camerota, urologo: "Colpisce un maschio su tre dopo i 50 anni. Normalmente si risolve con una terapia farmacologica, altrimenti occorre intervenire chirurgicamente"

Spiega il dottore Norberto Confalonieri, ortopedico: "Si tratta di una malattia autoestinguibile ma, se il dolore è forte, si può curare adoperando un endoscopio nel canale lombare"

Sottolinea il dottor Tommaso Camerota, urologo: "Si hanno approcci mini-invasivi endoscopici oppure viene adoperato un laser a olmio per polverizzare e vaporizzare i calcoli"