Portale della Fondazione Opera San Camillo - Chirurgia plastica e chirurgia estetica: il dottor De Angelis ci parla di alcune importanti differenze - Chirurgia plastica e chirurgia estetica: il dottor De Angelis ci parla di alcune importanti differenze - Milano

Chirurgia plastica e chirurgia estetica: il dottor De Angelis ci parla di alcune importanti differenze

2021-04-15
Chirurgia plastica e chirurgia estetica: il dottor De Angelis ci parla di alcune importanti differenze

La chirurgia plastica e la chirurgia estetica sono due rami della stessa disciplina. Tuttavia hanno diversi obiettivi e differenti sono le motivazioni che spingono ad un intervento. Ne abbiamo parlato con il dottor Armando De Angelis, specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica presso la Casa di Cura San Camillo.

 

Qual è la differenza tra chirurgia plastica e chirurgia estetica estetica, cosa intendiamo?

La chirurgia plastica è una branca della chirurgia che si occupa di ripristinare le forme e i volumi in pazienti che hanno subito dei grossi traumi, delle mutilazioni o sono affetti da alcune patologie degenerative, affinché venga ripristinato l’aspetto funzionale, oltre che estetico.

La chirurgia estetica nasce come branca della chirurgia plastica ed è eseguita dal chirurgo plastico stesso, definito per questo specialista in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica.

La chirurgia estetica si è sviluppata intorno agli anni 60 in America del Sud, in particolare in Brasile grazie alla scuola del dottore Ivo Pitanguy. Qui sono state perfezionate delle pratiche mediche che hanno lo scopo di migliorare l’aspetto esteriore. Avere un parere positivo del proprio aspetto aiuta infatti ad accrescere non solo l’autostima ma anche il benessere con sé stessi e con gli altri. Complice anche l’attenzione all’immagine degli ultimi decenni, questa disciplina ha poi avuto un vero e proprio boom.

 

Quali sono i motivi che spingono ad un intervento di chirurgia plastica o alla chirurgia estetica?

Così come gli obiettivi delle due discipline, le motivazioni sono varie e differenti. Spesso si è costretti a rivolgersi ad un intervento di chirurgia plastica a causa di malformazioni congenite, come per esempio casi di polidattilia dove si interviene eliminando il dito soprannumerario, o a causa di malformazioni facciali. Altri motivi sono traumi, incidenti stradali che colpiscono i tessuti molli e la pelle, oppure ustioni dove l’interazione di agenti aggressivi, come l’acqua o i fuoco, può creare lesioni importanti.

Parliamo poi dell’altra branca sempre più in evoluzione, ossia della ricostruzione mammaria e della mastectomia. Sempre più donne, dopo una diagnosi di tumore alla mammella e un’operazione, a volte invasiva, decidono infatti di sottoporsi ad un intervento di chirurgia ricostruttiva.

Dall’altro lato c’è poi la chirurgia estetica che possiamo dire più effimera, non perché meno rilevante e importante ma poiché è legata alla volontà del paziente di migliorare il proprio aspetto estetico e può riguardare sia il viso che diverse parti del corpo.

Al giorno d’oggi sempre di più l’età biologica e quella anagrafica non vanno di pari passo, cioè persone di 70, 80 anni chiedono di avere un miglioramento estetico perché perfettamente in salute e desiderose di apparire in forma. Oppure ci sono persone molto più giovani che approcciano al chirurgo estetico per richiedere una miglioria spesso legata ad una singola malformazione o ad un inestetismo. Ne è un esempio il caso di un paziente con un naso importante che richiede il ripristino di una forma armonica del naso.

Tenderei, in questo caso, a smentire l’idea per cui siamo in presenza di un addiction riguardo alla chirurgia estetica. È vero che i casi di pazienti pluririfatti possono far pensare ad una dipendenza da questa disciplina. Ma solitamente nei nostri studi riceviamo persone che richiedono un singolo intervento di chirurgia estetica per risolvere un solo problema.

 

Quali sono i rischi di un intervento di chirurgia?

Parliamo ovviamente di interventi chirurgici, che avvengono in sala operatoria insieme ad un anestesista. Per cui i rischi sono legati, ovviamente, al tipo di intervento e all’anestesia che in alcuni casi è generale. Per interventi di riduzione del seno o dell’addome, per esempio, bisogna sapere che viene effettuata un’anestesia totale e l’intervento dura circa 3-4 ore. L’importante è che, durante la visita di chirurgia plastica, vengano spiegate bene tutte le complicanze al paziente prima di chiamarlo a firmare il consenso al tipo di intervento richiesto.

Prima dell’operazione comunque, si procede con un attento screening preoperatorio: il paziente viene indagato e analizzato con esami di laboratorio come analisi del sangue, elettrocardiogramma, visita cardiologica in modo da avere un quadro generale della sua salute.

Sicuramente per ottenere un buon risultato ed evitare complicanze come infezioni della ferita, ematomi, che comunque possono presentarsi aldilà di ogni accorgimento, è bene sempre rivolgersi a professionisti chirurghi professionisti specializzati in chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica.

Sia in caso di chirurgia plastica che estetica, se l’intervento è ben condotto, sono molteplici i benefici e il benessere che il paziente porta con sé, insieme, ovviamente, alla nostra soddisfazione come professionisti.

Prenota telefonicamente

Per l'accettazione ambulatoriale

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 1

oppure telefonando ai numeri 0267502550 o 0267502551 nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18
  • sabato, dalle 8 alle 12

Per il servizio di Diagnostica per Immagini (RX, RMN, TC, Ecografie, Mammografie, MOC)

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 2 

oppure telefonando al numero 0267502575 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17

Per Odontoiatria

telefonando al numero 0267502445 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • lunedì e giovedì dalle 9 alle 19

  • martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 18

Prenota di persona

Presso gli sportelli del Poliambulatorio:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.30
  • sabato, dalle 8 alle 12

Prenota online

Puoi prenotare le Prestazioni ambulatoriali online collegandoti qui
 

Successivamente all'invio della richiesta verrà richiamato da un operatore del CUP per scegliere il giorno e l'orario preferiti.

Dal sito web si possono anche ricevere informazioni di carattere generale.

Indicazioni utili per il ricovero

Se stai per affrontare un ricovero in Casa di Cura qui puoi trovare tutte le informazioni che ti occorrono...

L'attività di ricovero

Gli ospiti della Casa di Cura San Camillo hanno a disposizione 96 posti letto per ricoveri ordinari...

Gli enti convenzionati

La Casa di Cura è convenzionata con assicurazioni, fondi integrativi, fondi sanitari, aziende e casse mutue...

Sale operatorie

La Casa di Cura San Camillo dispone di quattro sale operatorie che garantiscono il rispetto...

Questa giornata pone l’attenzione sulla salute delle ossa e sensibilizza su prevenzione, diagnosi e trattamento di una malattia sempre più diffusa a livello globale.

Il San Camillo celebra la Giornata Mondiale della fisioterapia e riflette quest'anno sull’importanza del suo ruolo nella gestione del Long Covid

Cos'è la chirurgia ricostruttiva post-bariatrica, quali trattamenti prevede e chi può sottoporsi?