Portale della Fondazione Opera San Camillo - Elipse è un possibile aiuto alle persone che si trovano nella condizione di dover perdere peso - Elipse è un possibile aiuto alle persone che si trovano nella condizione di dover perdere peso - Milano

Elipse è un possibile aiuto alle persone che si trovano nella condizione di dover perdere peso

2020-05-14
Elipse è un possibile aiuto alle persone che si trovano nella condizione di dover perdere peso

C’è un nuovo strumento che può essere di ausilio alla perdita di peso nelle persone in condizioni di sovrappeso o di obesità. Si chiama Elipse e grazie al professor Marco Rovati, chirurgo bariatrico, colonproctologo e gastroenterologo, ora anche la Casa di Cura San Camillo di Milano può metterlo a disposizione dei suoi pazienti.

UN PALLONCINO INTRAGASTRICO
Ma di cosa parliamo, in concreto, quando facciamo riferimento a Elipse? Ce lo spiega il professor Rovati: “Elipse è un palloncino intragastrico che serve per il dimagrimento. I palloni intragastrici sono nati molti anni fa e servono a favorire la perdita di peso. La differenza tra Elipse e un altro palloncino è che questo è di derivazione ingegneristica militare”. Non è una differenza da poco, dal momento che comporta una conseguenza fondamentale: “È composto da un materiale estremamente duttile che ha la funzione di poter essere evacuato spontaneamente, al termine della sua funzione, senza bisogno di una endoscopia o di una manovra chirurgica”.

CHI PUÒ SOTTOPORSI
Il Body Mass Index (BMU) o Indice di Massa Corporea è un parametro molto utilizzato per ottenere una valutazione generale del proprio peso corporeo. Mette in relazione con una semplice forma matematica l’altezza con il peso del soggetto. Ed è anche lo strumento che ci permette di capire chi possa sottoporsi al palloncino Elipse, come ci spiega il dottor Rovati: “A questo tipo di intervento per perdere peso si possono sottoporre sostanzialmente tutti coloro che hanno un BMI, che è la misura che noi diamo per valutare il sovrappeso o l’obesità, superiore al 27. Quindi è sostanzialmente un soggetto in netto sovrappeso”.

 

Guarda il video del dottor Rovati

Prenota telefonicamente

Per l'accettazione ambulatoriale

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 1

oppure telefonando ai numeri 0267502550 o 0267502551 nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18
  • sabato, dalle 8 alle 12

Per il servizio di Diagnostica per Immagini (RX, RMN, TC, Ecografie, Mammografie, MOC)

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 2 

oppure telefonando al numero 0267502575 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17

Per Odontoiatria

telefonando al numero 0267502445 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • lunedì e giovedì dalle 9 alle 19

  • martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 18

Prenota di persona

Presso gli sportelli del Poliambulatorio:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.30
  • sabato, dalle 8 alle 12

Prenota online

Puoi prenotare le Prestazioni ambulatoriali online collegandoti qui
 

Successivamente all'invio della richiesta verrà richiamato da un operatore del CUP per scegliere il giorno e l'orario preferiti.

Dal sito web si possono anche ricevere informazioni di carattere generale.

Indicazioni utili per il ricovero

Se stai per affrontare un ricovero in Casa di Cura qui puoi trovare tutte le informazioni che ti occorrono...

L'attività di ricovero

Gli ospiti della Casa di Cura San Camillo hanno a disposizione 96 posti letto per ricoveri ordinari...

Gli enti convenzionati

La Casa di Cura è convenzionata con assicurazioni, fondi integrativi, fondi sanitari, aziende e casse mutue...

Sale operatorie

La Casa di Cura San Camillo dispone di quattro sale operatorie che garantiscono il rispetto...

Si tratta di una problematica che colpisce il 40% delle donne. Come lo cura il dottor Norberto Confalonieri, ortopedico: "Uso la chirurgia percutanea, senza cicatrici e senza mezzi di sintesi"

Osserva il dottor Antonio Grimaldi, cardiologo: "I più comuni sono dolore al petto e alterazioni del battito. Vi sono però altri indicatori, come l'eccessiva stanchezza o la postura cambiata"

 

La Casa di Cura attiva dal 6 luglio al 31 agosto un servizio che consente al malato di poter godere dell'assistenza quando questo non è garantita da familiari e caregiver