Portale della Fondazione Opera San Camillo - Formicolio alla mano: spesso si tratta di sindrome del tunnel carpale - Formicolio alla mano: spesso si tratta di sindrome del tunnel carpale - Milano

Formicolio alla mano: spesso si tratta di sindrome del tunnel carpale

2020-12-16
Formicolio alla mano: spesso si tratta di sindrome del tunnel carpale

La sindrome del tunnel carpale è un disturbo assai diffuso causato dalla compressione del nervo mediano all'interno del canale che esso deve percorrere per portarsi dal polso alla mano. La compressione è causata nella maggior parte dei casi dall'ispessimento del legamento che fa da “tetto” al canale carpale (legamento palmare trasverso).

Poiché il nervo fornisce la sensibilità alle prime tre dita (e alla metà del IV dito) e l'impulso al movimento di alcuni dei muscoli che si trovano alla base del pollice, chi soffre della sindrome lamenta riduzione della sensibilità alle prime dita e successivamente viene a perdere l'abituale destrezza nei movimenti della mano, fino ad avere una vera e propria riduzione della forza di presa. Non raramente il paziente accusa dolore, spesso irradiato verso l'avambraccio e il braccio.

La sindrome colpisce più frequentemente il sesso femminile, spesso in epoca menopausale.

I disturbi sono frequenti durante la notte: è piuttosto caratteristico lamentare risvegli con la sensazione della mano intorpidita e difficoltà del movimento.

Per chiarire la diagnosi è necessario eseguire l'esame della funzione del nervo mediano (esame elettromiografico).

Nelle forme molto iniziali può essere utile l’impiego di un tutore rigido per il polso e di farmaci anti-infiammatori. Il tutore ha lo scopo di mantenere il tunnel il più ampio possibile, così riducendo l’intensità dei disturbi.

Se i sintomi persistono è necessario l’intervento chirurgico. Esso ha lo scopo di eliminare la compressione sul nervo mediano attraverso la sezione del legamento palmare.

L'intervento ha la durata di circa 15 minuti e non richiede ricovero. Esso può essere eseguito con modalità “open” e in anestesia locale, con un'incisione di circa 2 centimetri alla base del palmo o con tecnica endoscopica. In questo caso è richiesta l'anestesia di tutto l'arto superiore e l'incisione, anch'essa di circa 2 cm, viene praticata al polso. Con l’endoscopia il legamento viene sezionato dall’interno verso l’esterno. Attraverso la piccola incisione al polso è possibile introdurre al di sotto del legamento una sonda a fibre ottiche collegata ad una videocamera. L’apparecchio endoscopico contiene una lama. Una volta che l’apparato è in posizione corretta, il chirurgo estrae la lama e seziona il legamento, controllando l’azione su un monitor televisivo collegato alla videocamera.

Dopo l’intervento viene applicato un bendaggio non rigido. È necessario tenere la mano elevata e fare esercizio muovendo le dita. Già dal giorno successivo è possibile effettuare qualche piccola attività con la mano (allacciare bottoni, impugnare una posata, scrivere). Non si devono fare sforzi o movimenti bruschi o ripetuti.

I punti vengono asportati dopo 10-12 giorni.

Di solito il paziente è in grado di riprendere la propria attività dopo circa 4 settimane dall’operazione.

Articolo a cura del dott. Maurizio Musso

Prenota telefonicamente

Per l'accettazione ambulatoriale

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 1

oppure telefonando ai numeri 0267502550 o 0267502551 nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18
  • sabato, dalle 8 alle 12

Per il servizio di Diagnostica per Immagini (RX, RMN, TC, Ecografie, Mammografie, MOC)

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 2 

oppure telefonando al numero 0267502575 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17

Per Odontoiatria

telefonando al numero 0267502445 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • lunedì e giovedì dalle 9 alle 19

  • martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 18

Prenota di persona

Presso gli sportelli del Poliambulatorio:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.30
  • sabato, dalle 8 alle 12

Prenota online

Puoi prenotare le Prestazioni ambulatoriali online collegandoti qui
 

Successivamente all'invio della richiesta verrà richiamato da un operatore del CUP per scegliere il giorno e l'orario preferiti.

Dal sito web si possono anche ricevere informazioni di carattere generale.

Indicazioni utili per il ricovero

Se stai per affrontare un ricovero in Casa di Cura qui puoi trovare tutte le informazioni che ti occorrono...

L'attività di ricovero

Gli ospiti della Casa di Cura San Camillo hanno a disposizione 96 posti letto per ricoveri ordinari...

Gli enti convenzionati

La Casa di Cura è convenzionata con assicurazioni, fondi integrativi, fondi sanitari, aziende e casse mutue...

Sale operatorie

La Casa di Cura San Camillo dispone di quattro sale operatorie che garantiscono il rispetto...

Il San Camillo oggi celebra la fratellanza e la cura dei più fragili, alla base dell'impegno della nostra Casa di Cura. Ce ne parla Padre Virginio Bebber, Presidente ARIS, in questa intervista.

L'ortodonzia si occupa di correggere le alterazioni nella forma e nella funzionalità della bocca e dei denti, ma non è certamente l’unico aspetto da tenere in considerazione.

La relazione di fiducia alla base della cura dei malati, il messaggio di Papa Francesco in occasione della XXIX giornata mondiale del malato