Portale della Fondazione Opera San Camillo - L'ambulatorio oculistico, una struttura dove effettuare gli esami con apparecchiature all'avanguardia - L'ambulatorio oculistico, una struttura dove effettuare gli esami con apparecchiature all'avanguardia - Milano

L'ambulatorio oculistico, una struttura dove effettuare gli esami con apparecchiature all'avanguardia

L'ambulatorio oculistico, una struttura dove effettuare gli esami con apparecchiature all'avanguardia

Tra le eccellenze che può offrire la Casa di Cura San Camillo di Milano c’è anche un attrezzato e moderno ambulatorio oculistico. Il dottor Domenico De Felicene espone le caratteristiche principali: “L’ambulatorio di oculistica della Casa di Cura San Camillo offre due stanze dedicate. Vari professionisti coprono praticamente 6 giorni su 7 in modo turnistico. In una delle due stanze, si ha la possibilità di fare la tradizionale visita oculistica, quindi l'esame della vista, la misurazione della pressione oculare, e, dopo la dilatazione della pupilla, l'esame del fondo oculare”.

ESAMI SPECIALISTICI
La seconda stanza è invece dedicata maggiormente a esami ultra-specialistici: “Uno particolarmente importante - spiega il dottor De Felice - è il campo visivo, o meglio la perimetria computerizzata, che studia la struttura e la funzione del nervo ottico e quindi ci dà certezze di quant'è la capacità visiva attraverso il nervo ottico attuale. Il secondo esame importante che si può eseguire nella Casa di Cura San Camillo è l’OCT, cioè la tomografia ottica computerizzata. Questa ci dà, attraverso l'acquisizione di un’immagine del fondo oculare, la possibilità di stratificare la retina e il nervo ottico, ed è molto utile nelle patologie retiniche e del nervo ottico. Un altro esame ancora è il GDX, anch'esso importante nella diagnostica di una patologia importante quale il glaucoma. È anch'esso una fotografia, quindi un'acquisizione di un'immagine fotografica, del nervo ottico. L’ultimo esame importantissimo è la pachimetria corneale, che studia lo spessore della cornea e questo ci dà un’aggiunta di certezza sulla diagnosi sempre della patologia glaucomatosa”.

Foto: it.freepik.com (master1305)

Prenota telefonicamente

Per l'accettazione ambulatoriale

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 1

oppure telefonando ai numeri 0267502550 o 0267502551 nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18
  • sabato, dalle 8 alle 12

Per il servizio di Diagnostica per Immagini (RX, RMN, TC, Ecografie, Mammografie, MOC)

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 2 

oppure telefonando al numero 0267502575 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17

Per Odontoiatria

telefonando al numero 0267502445 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • lunedì e giovedì dalle 9 alle 19

  • martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 18

Prenota di persona

Presso gli sportelli del Poliambulatorio:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.30
  • sabato, dalle 8 alle 12

Prenota online

Puoi prenotare le Prestazioni ambulatoriali online collegandoti qui
 

Successivamente all'invio della richiesta verrà richiamato da un operatore del CUP per scegliere il giorno e l'orario preferiti.

Dal sito web si possono anche ricevere informazioni di carattere generale.

Indicazioni utili per il ricovero

Se stai per affrontare un ricovero in Casa di Cura qui puoi trovare tutte le informazioni che ti occorrono...

L'attività di ricovero

Gli ospiti della Casa di Cura San Camillo hanno a disposizione 96 posti letto per ricoveri ordinari...

Gli enti convenzionati

La Casa di Cura è convenzionata con assicurazioni, fondi integrativi, fondi sanitari, aziende e casse mutue...

Sale operatorie

La Casa di Cura San Camillo dispone di quattro sale operatorie che garantiscono il rispetto...

Osserva il dottor Tommaso Camerota, urologo: "Colpisce un maschio su tre dopo i 50 anni. Normalmente si risolve con una terapia farmacologica, altrimenti occorre intervenire chirurgicamente"

Spiega il dottore Norberto Confalonieri, ortopedico: "Si tratta di una malattia autoestinguibile ma, se il dolore è forte, si può curare adoperando un endoscopio nel canale lombare"

Sottolinea il dottor Tommaso Camerota, urologo: "Si hanno approcci mini-invasivi endoscopici oppure viene adoperato un laser a olmio per polverizzare e vaporizzare i calcoli"