Portale della Fondazione Opera San Camillo - Un italiano su quattro rimane vittima della calcolosi urinaria: di che cosa si tratta - Un italiano su quattro rimane vittima della calcolosi urinaria: di che cosa si tratta - Milano

Un italiano su quattro rimane vittima della calcolosi urinaria: di che cosa si tratta

2020-11-19
Un italiano su quattro rimane vittima della calcolosi urinaria: di che cosa si tratta

La calcolosi urinaria, quella che in gergo definiamo “calcoli renali”, è una delle più comuni e antiche malattie delle vie urinarie, che colpisce circa il 25% della popolazione, con una netta preponderanza della popolazione maschile. La fascia di età con maggiore incidenza è quella compresa tra i 30 e i 50 anni. Ma cosa intendiamo, nello specifico, per calcolosi urinaria? Lo abbiamo chiesto al dottor Tommaso Camerotaurologo presso la Casa di Cura San Camillo di Milano: “I calcoli della via urinaria sono delle formazioni calcaree fatte di materiali differenti che si depositano lungo la via urinaria, quindi nel sistema di eliminazione della pipì dal rene, il bacinetto renale, l'uretere che è il tubicino che collega il rene alla vescica, fino in vescica”.

COME PICCOLI SASSI
Ma in che cosa consistono, concretamente, questi calcoli? Ancora il dottor Camerota: “Non sono altro che dei sassi che possono essere costituiti di materiali differenti e in base alla loro composizione possono avere una velocità di crescita e di sviluppo che può variare nel tempo”.

IL DOLORE DELLA COLICA
La presenza dei calcoli non sempre produce quel dolore noto sotto il nome di colica renale: “A seconda della localizzazione del calcolo - aggiunge il dottor Camerota - il paziente potrà avere una assenza totale di sintomi oppure una sintomatologia anche molto rilevante. I calcoli sono forieri e responsabili di uno dei dolori più importanti che un uomo possa provare, la cosiddetta colica renale: è un dolore che un soggetto, se purtroppo ha dovuto viverlo, se lo ricorda bene”. È bene ricordare, infine, che siamo in presenza di una patologia molto frequente: “Nell'arco della vita, un soggetto su quattro ha il rischio di sviluppare una colica renale”.

 

Guarda il video del dottor Camerota:

Prenota telefonicamente

Per l'accettazione ambulatoriale

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 1

oppure telefonando ai numeri 0267502550 o 0267502551 nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18
  • sabato, dalle 8 alle 12

Per il servizio di Diagnostica per Immagini (RX, RMN, TC, Ecografie, Mammografie, MOC)

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 2 

oppure telefonando al numero 0267502575 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17

Per Odontoiatria

telefonando al numero 0267502445 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • lunedì e giovedì dalle 9 alle 19

  • martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 18

Prenota di persona

Presso gli sportelli del Poliambulatorio:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.30
  • sabato, dalle 8 alle 12

Prenota online

Puoi prenotare le Prestazioni ambulatoriali online collegandoti qui
 

Successivamente all'invio della richiesta verrà richiamato da un operatore del CUP per scegliere il giorno e l'orario preferiti.

Dal sito web si possono anche ricevere informazioni di carattere generale.

Indicazioni utili per il ricovero

Se stai per affrontare un ricovero in Casa di Cura qui puoi trovare tutte le informazioni che ti occorrono...

L'attività di ricovero

Gli ospiti della Casa di Cura San Camillo hanno a disposizione 96 posti letto per ricoveri ordinari...

Gli enti convenzionati

La Casa di Cura è convenzionata con assicurazioni, fondi integrativi, fondi sanitari, aziende e casse mutue...

Sale operatorie

La Casa di Cura San Camillo dispone di quattro sale operatorie che garantiscono il rispetto...

Ci sono dei cibi che contribuiscono alla salute dei denti più di altri. Quali sono? Qui ne elenchiamo qualcuno.

Al San Camillo di Milano è possibile prenotare ed effettuare il tampone molecolare per il COVID-19 o il test sierologico quantitativo.

Esistono delle attività che, svolte quotidianamente, aiutano a prenderci cura del nostro sorriso. Nel mese della prevenzione dentale, riflettiamo sulle abitudini indispensabili per una corretta salute orale.