Il sacello della Madonna della Salute

san camillo milano sacello madonna della salute

Vi si accede da una scalinata in marmo, illuminata da vetrate a colori. Il sacello è rivestito con lastre di marmo grigio e ospita una copia ad olio, dipinta nel 1912, dell'originale venerato nella chiesa della Maddalena a Roma. Sulla Madonna spicca una corona in oro massiccio con brillanti e pietre preziose, opera dell'orefice milanese Broggi. L'incoronazione avviene l'8 giugno 1946 come segno di ringraziamento della popolazione per la protezione della Vergine durante la Seconda guerra mondiale. L'altare è in stile gotico, caratterizzato dalla presenza degli angeli su cui domina l'arcangelo Michele. Completano il sacello un bassorilievo della Santissima Trinità e dell'Annunciazione.

 

La storia

La prima pietra del santuario viene posta e benedetta dal cardinale Carlo Andrea Ferrari il 1° gennaio 1900...

La facciata

I lavori della facciata cominciano nel 1925 e si concludono nel 1964: il 6 febbraio 1965 l'inaugurazione ufficiale...

L'altare di san Camillo de Lellis

Viene eretto nel 1914, a trecento anni dalla morte di san Camillo di Lellis...

L'altare di san Giuda Taddeo apostolo

L'altare è dedicato al santo dei casi impossibili e disperati e si trova a sinistra...

L'altare della Madonna del Carmine

Si trova a destra dell'ingresso del santuario, di fronte all'altare di san Giuda Taddeo apostolo...

La chiesa

L'edificio si affaccia su piazza San Camillo de Lellis, tra le vie Boscovich e Lepetit. Monsignor Chiappetta...

L'altare maggiore

L'altare maggiore viene realizzato nel 1937, per celebrare i 25 anni dall'inaugurazione solenne del santuario...

Il sacello della Madonna della Salute

Vi si accede da una scalinata in marmo, illuminata da vetrate a colori. Il sacello è rivestito...

L'altare del Sacro Cuore di Gesù

Progettato dall'architetto Mariani, viene realizzato dalla ditta Remuzzi e consacrato il 4 novembre 1956...

Padre Aldo: «Il santuario, dedicato ai malati e a chi cerca conforto»

Racconta il rettore: «I fedeli vengono per venerare l'icona della Madonna della Salute e per pregare san Giuda Taddeo, il santo dei casi impossibili. Forniamo assistenza ai ricoverati e a chi cerca un aiuto spirituale»