L'altare maggiore

san Camillo milano santuario altare maggiore

L'altare maggiore viene realizzato nel 1937, per celebrare i 25 anni dall'inaugurazione solenne del santuario. Il disegno è di don Angelo Verri, l'architetto Stefano Balzano ne ha curato la costruzione. La mensa misura 3 metri e 10 centimetri ed è in marmo di Zandobbio, mentre il resto della struttura è in marmo di Candoglia. 

Al lato del tabernacolo sono presenti sei angeli che portano nelle mani i simboli della Passione, sopra il tabernacolo è presente un altro blocco di marmo su cui si trova il Crocifisso. Nella parte inferiore dell'altare si trova un paliotto in mosaico azzurro-cielo stellato: sullo sfondo è rappresentata una croce da cui hanno origine i fiumi della Grazia, con due cervi che si dissetano. 

La struttura è inserita in un'abside rivestita con marmo di Candoglia caratterizzata da una fascia in marmo rosso orobico sul quale è stata realizzata, in mosaico, la frase di Gesù “Infirmus eram et visitastis Me: venite benedicti” (“Ero malato e mi visitaste: venite benedetti”). 

Nei rivestimenti inferiori sono invece inseriti otto marmi grigi di Crevola d'Ossola con mosaici che ricordano le Beatitudini: “Beati pauperes” (“Beati i poveri”), “Beati mites” (“Beati i miti di cuore”), “Beati qui lugent” (“Beati quelli che piangono”), “Beati qui esuriunt” (“Beati quelli che hanno fame e sete di giustizia”), “Beati misericordes” (“Beati i misericordiosi”), “Beati mundo corde” (“Beati i puri di cuore”), “Beati pacifici” (“Beati i pacifici”) e “Beati qui persecutionem patiuntur” (“Beati quelli che sono stati perseguitati a causa della giustizia”).

La storia

La prima pietra del santuario viene posta e benedetta dal cardinale Carlo Andrea Ferrari il 1° gennaio 1900...

La facciata

I lavori della facciata cominciano nel 1925 e si concludono nel 1964: il 6 febbraio 1965 l'inaugurazione ufficiale...

L'altare di san Camillo de Lellis

Viene eretto nel 1914, a trecento anni dalla morte di san Camillo di Lellis...

L'altare di san Giuda Taddeo apostolo

L'altare è dedicato al santo dei casi impossibili e disperati e si trova a sinistra...

L'altare della Madonna del Carmine

Si trova a destra dell'ingresso del santuario, di fronte all'altare di san Giuda Taddeo apostolo...

La chiesa

L'edificio si affaccia su piazza San Camillo de Lellis, tra le vie Boscovich e Lepetit. Monsignor Chiappetta...

L'altare maggiore

L'altare maggiore viene realizzato nel 1937, per celebrare i 25 anni dall'inaugurazione solenne del santuario...

Il sacello della Madonna della Salute

Vi si accede da una scalinata in marmo, illuminata da vetrate a colori. Il sacello è rivestito...

L'altare del Sacro Cuore di Gesù

Progettato dall'architetto Mariani, viene realizzato dalla ditta Remuzzi e consacrato il 4 novembre 1956...

Padre Aldo: «Il santuario, dedicato ai malati e a chi cerca conforto»

Racconta il rettore: «I fedeli vengono per venerare l'icona della Madonna della Salute e per pregare san Giuda Taddeo, il santo dei casi impossibili. Forniamo assistenza ai ricoverati e a chi cerca un aiuto spirituale»