Portale della Fondazione Opera San Camillo - #PassaportoSalute: come vengono affrontate le problematiche alimentari degli adolescenti - #PassaportoSalute: come vengono affrontate le problematiche alimentari degli adolescenti - Milano

#PassaportoSalute: come vengono affrontate le problematiche alimentari degli adolescenti

2019-10-31
#PassaportoSalute: come vengono affrontate le problematiche alimentari degli adolescenti

La dottoressa Alice Andreassi, dietista e nutrizionista, si occuperà del consulto nutrizionale nell’ambito dei percorsi prevenzione del #PassaportoSalute dedicati ai ragazzi e alle ragazze compresi tra i 14 e i 20 anni di età organizzati dalla Casa di Cura San Camillo di Milano. A lei il compito di spiegarci in che cosa consista questo primo approccio con le problematiche alimentari degli adolescenti: “Nel primo consulto è previsto soprattutto un breve colloquio conoscitivo, in modo da valutare gli stili di vita e gli eventuali obiettivi individuali. Lascerò molto spazio ai ragazzi, voglio che si raccontino, che siano loro stessi a sviscerare eventuali problematiche legate al rapporto con il cibo. E poi passerò alla rilevazione del peso, dell’altezza, delle circonferenze del corpo e della composizione corporea, per poter meglio definire se e in che modo ci possa essere bisogno di un controllo del peso”.

Se al termine di questa prima fase dovesse emergere la necessità di un aiuto, allora si potrà passare a una visita completa. Ancora la dottoressa Andreassi: “In questo caso, allora, avremmo bisogno di alcuni elementi ulteriori. Pertanto si procederà con la valutazione della storia clinica e dello stato di salute generale, con  la valutazione delle abitudini alimentari e delle stile di vita; la rilevazione del peso, dell’altezza e delle circonferenze, laddove non siano state rilevate precedentemente; la misurazione della composizione corporea, di massa grassa e massa magra e dello stato di idratazione; la definizione del metabolismo basale e dei fabbisogni energetici per poi arrivare all’elaborazione di un piano alimentare personalizzato. È importante, infatti, che qualsiasi piano alimentare sia personalizzato, ovvero relazionato alla singola persona, al suo stile di vita, alle sue abitudini e alla sua storia clinica”.

Prenota telefonicamente

Per l'accettazione ambulatoriale

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 1

oppure telefonando ai numeri 0267502550 o 0267502551 nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 18
  • sabato, dalle 8 alle 12

Per il servizio di Diagnostica per Immagini (RX, RMN, TC, Ecografie, Mammografie, MOC)

componendo il numero 02675021 e successivamente selezionando il tasto 2 

oppure telefonando al numero 0267502575 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 17

Per Odontoiatria

telefonando al numero 0267502445 per mettersi in contatto nei seguenti orari:

  • lunedì e giovedì dalle 9 alle 19

  • martedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 18

Prenota di persona

Presso gli sportelli del Poliambulatorio:

  • dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 18.30
  • sabato, dalle 8 alle 12

Prenota online

Puoi prenotare le Prestazioni ambulatoriali online collegandoti qui
 

Successivamente all'invio della richiesta verrà richiamato da un operatore del CUP per scegliere il giorno e l'orario preferiti.

Dal sito web si possono anche ricevere informazioni di carattere generale.

Indicazioni utili per il ricovero

Se stai per affrontare un ricovero in Casa di Cura qui puoi trovare tutte le informazioni che ti occorrono...

L'attività di ricovero

Gli ospiti della Casa di Cura San Camillo hanno a disposizione 96 posti letto per ricoveri ordinari...

Gli enti convenzionati

La Casa di Cura è convenzionata con assicurazioni, fondi integrativi, fondi sanitari, aziende e casse mutue...

Sale operatorie

La Casa di Cura San Camillo dispone di quattro sale operatorie che garantiscono il rispetto...

Si tratta di una problematica che colpisce il 40% delle donne. Come lo cura il dottor Norberto Confalonieri, ortopedico: "Uso la chirurgia percutanea, senza cicatrici e senza mezzi di sintesi"

Osserva il dottor Antonio Grimaldi, cardiologo: "I più comuni sono dolore al petto e alterazioni del battito. Vi sono però altri indicatori, come l'eccessiva stanchezza o la postura cambiata"

 

La Casa di Cura attiva dal 6 luglio al 31 agosto un servizio che consente al malato di poter godere dell'assistenza quando questo non è garantita da familiari e caregiver